“Patrimoni in mostra”, il concorso fotografico del progetto UNESCOEdu in Sardegna

In occasione della giornata mondiale dell’ambiente, mercoledì 5 giugno, l’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO Sardegna, all’istituto tecnico industriale Marconi di Cagliari in via Valerio Pisano inaugura la mostra-concorso “Patrimoni in mostra”, inclusa nel cartellone degli eventi del Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASviS, che ha l’obiettivo dipromuovere la cultura della sostenibilità in linea con l’Agenda 2030, mediante la valorizzazione del territorio e la sensibilizzazione verso le tematiche ambientali.  

La mostra espone e valorizza le fotografie scattate dall’occhio acuto e curioso degli studenti delle classi Prima e Quarta A, Quarta B, Quarta C e Seconda Q degli indirizzi Trasporti e Logistica  e Elettronica e Elettrotecnica dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Buccari – Marconi” di Cagliari che dal mese di aprile hanno visitato e fotografato i territori della Riserva di Biosfera MAB UNESCO Tepilora, Rio Posada e Mont’Albo e del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna nel Sulcis guidati dai Giovani UNESCO e dai partner di Heart of Sardinia i quali utilizzeranno le immagini anche per implementare la sezione virtuale dedicata ai Patrimoni UNESCO già presente nell’omonima app.

Alle 9.30 è previsto l’inizio della conferenza con i saluti dei giovani dell’Associazione, promotori del progetto, del Dirigente scolastico Scolastico, Giancarlo Della Corte e dei docenti, Barbara Biggio, Margherita Margarita e Gian Luigi Pittau e si prosegue con l’esibizione dei Tenores di Neoneli, rinomato e straordinario gruppo di canto a tenore, che racconteranno le tecniche e le caratteristiche che distinguono il canto a tenore, Patrimonio immateriale UNESCO.

Nel corso della mattinata gli studenti dell’Istituto sono chiamati a votare la foto più bella fino allapremiazione delle prime tre classificateLa proclamazione sarà un’occasione di condivisione e coinvolgimento per tutte le classi, chiamate a riflettere sulle immagini e a confrontarsi con i propri compagni.

L’evento rappresenta l’ultima tappa del  progetto UNESCOEdu Sardegna, promosso e organizzatodall’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO Sardegna, che costituisce una proposta innovativa ed integrativa al percorso scolastico, permettendo ai giovani di migliorare la socialità, creando occasioni di ascolto e condivisione. Anche quest’anno il coinvolgimento dei partner d’eccellenza è stato importante: Heart of Sardinia, Riserva di Biosfera Tepilora, Rio Posada e Mont’Albo, Parco Geominerario della Sardegna, Fondazione Barumini Sistema Cultura, Intergremio città di Sassari.

Sensibilizzare i giovani ai temi e valori dell’UNESCO, educarli e formarli alla conoscenza del proprio territorio sono alcuni degli obiettivi del progetto UNESCOEdu. Nell’ambito del Protocollo d’Intesa siglato con il MIUR il 19 gennaio 2016, ogni regione d’Italia ha elaborato il proprio progetto, con l’intenzione di portare nelle classi, da Nord a Sud, i programmi operativi sviluppati dall’UNESCO in ambito internazionale nei campi dell’Educazione, della Comunicazione e informazione delle Scienze naturali, delle Scienze umane e sociali e della Cultura. Più di 2000 studenti e oltre 60 istituzioni scolastiche coinvolte in UNESCOedu, un progetto che tocca 44 città e 20 siti patrimonio UNESCO, prevedendo oltre 2400 ore di laboratorio e enti pubblici e 55 aziende private. UNESCOedu coinvolge istituti scolastici in tutto il territorio nazionale, ed è stato declinato localmente dalle singole rappresentanze regionali, scegliendo una specifica tematica UNESCO da approfondire.

L’articolo “Patrimoni in mostra”, il concorso fotografico del progetto UNESCOEdu in Sardegna proviene da Casteddu On line.