Il Movimento 5 Stelle Sardegna prende le distanze dalla collega consigliera Carla Cuccu, che ha deciso di resistere in giudizio nel ricorso sulla legge elettorale regionale presentato dal Comitato d’iniziativa costituzionale che sarà discusso domani al Tar e che contesta, tra le altre cose, la mancata elezione del terzo candidato alla presidenza della Regione, il pentastellato Francesco Desogus.

“Il resistere in giudizio esprime una posizione personale della consigliera Carla Cuccu e non rispecchia la posizione del Movimento 5 Stelle – scrivono su Facebook i consiglieri Desirè Manca, Michele Ciusa, Roberto Li Gioi, Elena Fancello e Alessandro Solinas – prova ne sia che come primo atto abbiamo protocollato una proposta di modifica della legge statutaria proprio per superare le odiose adesioni tecniche e per dare il giusto diritto di tribuna ai candidati che superano la soglia di sbarramento”.

Ieri, durante la presentazione del ricorso, il senatore M5s Gianni Marilotti aveva attaccato la collega consigliera: “Cuccu si è opposta per paura di perdere il proprio seggio conquistato nell’Assemblea sarda”.

L’articolo Legge elettorale, M5s Sardegna prende le distanze da Carla Cuccu proviene da Cagliaripad.